Excite

Xbox One: i giochi che perderemo con la versione senza kinect

Microsoft ha annunciato, dopo tante richieste da parte dei suoi giocatori, l'arrivo di una nuova versione della sua Xbox One, più economica ma priva di kinect, che farà il suo esordio il prossimo mese di giugno. Ma quali saranno i giochi che non potranno più essere supportati? E quali, invece, subiranno alcune modifiche?

Sin dall'uscita della console in molti ne avevano criticato il prezzo, un po' troppo alto anche in confronto alla competitor di Sony, la PlayStation 4, che ha debuttato nello stesso periodo. Sopratutto l'obbligo di acquisto del famoso sensore aveva fatto storcere il naso a tutta una fetta di giocatori, quegli hardcore gamers che, sin dall'epoca della Xbox 360, non avevano di buon grado accettato l'introduzione dell'ormai famoso e costoso accessorio. E, finalmente, forse per risollevare le sue vendite, Microsoft ha deciso di accontentare anche questa parte dei suoi appassionati, fare marcia indietro su quanto a lungo affermato (ovvero sull'uso necessario di Kinect integrato a Xbox One) e rilasciare una nuova confezione di vendita della piattaforma.

Ovviamente, in questo modo, non si potrà più giocare ad alcuni titoli già usciti come Just Dance 2014, Fighter Within, Xbox Fitness, Kinect Sports Rivals o Fighter Within, o che devono ancora arrivare (Fantasia: Music Evolved e Dance Central), mentre tutta una serie di giochi saranno obbligati a passare esclusivamente al normale controller. È questo il caso di Thief, FIFA 14, Dead Rising 3, Assassin's Creed IV, Forza Motorsport, Ryse, Tomb Raider, Killer Instinct e qualche altro titolo.

Insomma, non si tratta di una grossa perdita in quanto i giochi che non potranno più funzionare senza il kinect sono veramente pochi e tutti orientati al pubblico dei casual game: ora non ci resta che vedere se Xbox One in questa versione da 399 euro (che, ricordiamo, uscirà il 9 giugno) riuscirà a far aumentare le vendite della console o, ancora, PlayStation 4 rimarrà la preferita.

videogiochi.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017