Excite

Virtua Tennis 4: ritorno al passato o fine di un mito?

Alzi la mano chi, almeno una volta, non ha mai giocato in una sala giochi a Virtua Tennis. Difficile trovare qualcuno che non abbia apprezzato questo titolo Sega che, nato appunto per le sale giochi, è rapidamente passato al comparto console con due episodi che ancora oggi rimangono nell'immaginario videoludico. Il passaggio ai dispositivi di nuova generazione, con il terzo capitolo, ha invece deluso tutti con poche migliorie ed una giocabilità troppo poco 'arcade', vero e proprio emblema del titolo. Nel 2011 è arrivato Virtua Tennis 4, ritorno al passato od ulteriore delusione per gli appassionati? Ecco una breve recensione

Virtua Tennis 4: ritorno all'arcade

Quello che appare subito evidente in Virtua Tennis 4 è sicuramente il ritorno ad una giocabilità più intuitiva e semplice, in perfetto stile arcade anni 2000. La possibilità delle tipologie di colpo è infatti limitata, permettendo una giocabilità eccezionale fin da subito. A rendere il gameplay meno piatto (rischio principale dei giochi arcade), è la forte personalizzazione delle caratteristiche di gioco dei vari tennisti, con particolari colpi bonus sviluppabili durante le partite. Tipici del titolo Sega le varie tipologie di gioco con la possibilità di tornei, incontri di esibizione ed allenamento. Un discorso particolare merita invece la modalità 'carriera' non tanto per la possibilità di creare un proprio giocatore da personalizzare e far crescere, quanto per il 'modus' di crescita scelto. Infatti il giocatore, all'interno di questa modalità, si dovrà muovere in una vasta mappa organizzata come in un gioco da tavola, grazie a particolari 'carte mossa' che ne regoleranno i movimenti verso le caselle di gioco o di riposo.

All'interno della modalità carriera troviamo simpatici mini giochi, partite e molto altro, che rendono il tutto molto piacevole anche se alla fine piuttosto ripetitivo. Interessante, infine, si profila la possibilità per PS3 e Xbox di usare rispettivamente il Move ed il sistema Kinect, con entrambe le tipologie abbastanza piacevoli. Ultima novità, anche se non particolarmente sviluppata, è la possibilità del gioco in multiplayer.

Virtua Tennis 4: le principali pecche

Virtua Tennis 4 non è comunque un titolo esente da pecche, anzi. Risulta poco evoluta la grafica che, con la scusa del ritorno al passato, rimane eccessivamente legata ai capitoli precedenti, o meglio al terzo capitolo uscito, però, nel 2006, con modelli poligonali non troppo realistici. Stesso discorso per l'audio che appare soprattutto in confronto con i titoli simili, eccessivamente piatto. Un aspetto negativo è la scarsa longevità del titolo che tende rapidamente a stufare, nonostante l'interessante modalità carriera.

Virtua Tennis 4: promosso o bocciato?

Virtua Tennis 4 è in fin dei conti un gioco piacevole, ma non di più, che fa del ritorno all'arcade il suo punto di forza. Questo, però, rispetto al capitolo precedente ma non in senso assoluto, con alcuni titoli concorrenti che hanno saputo rinnovarsi, migliorando allo stesso tempo la giocabilità ed adattandola appieno ai gusti degli amanti del genere.

videogiochi.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017