Excite

Videogiochi, è crisi: meno console e più app!

  • Infophoto

Tonfo per il mercato dei videogames in italia, che passa da un giro d'affari di un miliardo e cento milioni a 993 milioni.
Il calo è pari al 7,1% rispetto al 2011 ed è indicativo perchè finora il settore dei videogiochi godeva di ottima salute e non era stato colpito dalla crisi.

L'Associazione Editori Sviluppatori Videogiochi Italiani (Aesvi) lancia l'allarme, snocciolando gli ultimi dati che dentoano un calo di oltre due milioni e 173 mila dispositivi venduti.

In altri Paesi, la situazione è ancora più critica.
La Spagna passa dal 4° al 5° posto nel mercato europeo, con un giro d'affari pari a 872 milioni di euro complessivi.

L'Italia balza al 4° posto, preceduta da Inghilterra, Germania e Francia, che hanno un volume d'affari molto più alto.

Andrea Persegati, leader della Nintendo Italia e presidente della Aesvi, ricorda che nel conteggio di Gfk non si fa rierimento al boom delle applicazioni per smartphone e tablet, che è fatto di videogame in larga parte.

Si teme che il calo continuerà inesorabile, vista la crescente potenza di calcolo di iPad e cellulari di ultima generazione, che non hanno nulla da temere rispetto alle console portatili.

La crisi non ha colpito titoli come Fifa 12 e Modern Warfare 3, l'ultimo Assassin's Creede Pro Evolution Soccer, che hanno fatto il boom di vendita nei primi mesi dell'anno.

La speranza di una ripresa del mercato è rivolta all'anno prossimo, quando dovrebbe uscire la nuova console della Nintendo, Wii U, e forse anche una delle due concorrenti di Microsoft e Sony.

videogiochi.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017