Excite

Ryse: Son of Rome, saga, multiplayer e kinect

Mostrato nel corso del recente E3, Ryse: Son of Rome è stato uno di quei titoli che maggiormente ha colpito il pubblico per la sua spettacolarità. In sviluppo presso Crytec in esclusiva per Xbox One, sembra essere destinato a un futuro florido e, almeno, queste sono le intenzioni dei suoi produttori.

Immagini Ryse: Son of Rome

In una recente intervista concessa a Polygon, infatti, il presidente di Crytek, Cevat Yerli, ha parlato del lungo sviluppo del gioco, delle difficoltà riscontrate dal team per realizzare quello che potrebbe essere un successo al pari di Crysis. Quello che abbiamo potuto vedere e provare nel corso dell’E3 è, infatti, nientemeno che il risultato di ben sette anni di lavoro, un risultato ancora provvisorio che si sta ancora limando. E, proprio come ogni successo (o probabile tale) Crytec sta già pensando a una saga tutta dedicata a Ryse.

Ambientato tra i centurioni dell’Antica Roma, il gioco ci vedrà nei panni di Marcus Titus, centurione a capo di una testuggine che combatterà non solo per la sua città ma anche per vendetta personale. Attacchi, mosse e tutti i comandi saranno realizzati tramite il normale controller: il supporto del kinect è stato confinato alla sola possibilità d’impartire ordini ai propri soldati. Questo a causa delle limitazioni che il sensore di movimento avrebbe imposto ai giocatori: non tutti i titoli, infatti, a detta di Crytec si prestano al suo uso.

Infine il multiplayer, ancora in sviluppo, potrebbe portarci in una modalità cooperativa ambientata nientemeno che nel Colosseo in cui, nei panni di gladiatori (suddivisi a squadre) saremo impegnati in lotte e scontri all’ultimo sangue.

Ryse: Son of Rome arriverà a novembre, in contemporanea con l’uscita di Xbox One che, ricordiamo, avrà l’esclusiva sul titolo.

videogiochi.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017