Excite

Polemiche sulla presunta omofobia su Xbox Live

Si è alzato un mini-polverone sul gamertag di "TheGayerGamer": molti utenti avevano espresso perplessità sul fatto che il nome potesse essere offensivo e la Microsoft, di conseguenza, ha invitato l'utente a cambiare il proprio gamertag poichè conteneva riferimenti sessuali.

Microsoft ha assicurato che non è stato un atto di discriminazione contro utenti omosessuali, ma un nuovo caso sta facendo discutere: Richard Gaywood ha creato il suo gamertag usando nome e cognome ed è stato subito bloccato da Xbox Live UK. Un gesto, quantomeno fantozziano.

Non voglio credere in una politica omofobica della Microsoft, ma di certo sarebbe bene fare più attenzione.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017