Excite

Le Nazioni Unite contro i videogiochi pornografici

Il polverone scoppiato in Giappone qualche mese per un titolo videoludico, dal nome Rapelay, non sembra essersi placato. Il gioco-scandalo censurato dalle autorità giapponesi ha spostato notevolmente l'attenzione, della Commissione per i Diritti delle Donne delle Nazioni Unite, sulla produzione di intrattenimento digitale del Sol Levante.

Le Nazioni Unite, in un comunicato ufficiale, hanno esplicitamente raccomandato al Giappone di censurare e togliere dal mercato qualunque videogioco e cartone animato, che inneggi alla violenza sessuale su donne e ragazze.

Il Giappone, il 7 Agosto 1979, aveva sottoscritto un patto per tutelare i diritti delle donne e la Nazioni Unite rivendicano un sistema di leggi, al momento, troppo permissivo.

Il governo giapponese sta portando avanti uno studio triennale sulla pornografia infantile, che costella centinaia di produzioni da fumetti a cartoni, e ben presto una sistema di legislazione ferreo dovrebbe saltar fuori.

Non ci resta che attendere prossimi sviluppi, augurandoci che la produzione di videogiochi pornografici non diventi il nuovo standard di intrattenimento videoludico.

videogiochi.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017