Excite

Videogioco antiamericano prodotto da Ministero dell'educazione dell'Iran

Un gioco per computer intitolato "The Special Operation" è stato commercializzato in questi giorni a Teheran, Iran. Protagonisti del gioco due fisici nucleari, Saeid Kusha e la moglie Maryam, sono fatti ostaggio dalle truppe americane durante un viaggio a Karbala, in Iraq. Obiettivo del gioco è far sì che il responsabile della sicurezza iraniana liberi i due prigionieri e altri prigionieri iraniani detenuti a Karbala. Il gioco sarà venduto a prezzi più bassi del solito per facilitarne la diffusione presso i più giovani.
Un gioco per computer intitolato "The Special Operation" è stato commercializzato in questi giorni a Teheran, Iran. Protagonisti del gioco due fisici nucleari, Saeid Kusha e la moglie Maryam, sono fatti ostaggio dalle truppe americane durante un viaggio a Karbala, in Iraq. Obiettivo del gioco è far sì che il responsabile della sicurezza iraniana liberi i due prigionieri e altri prigionieri iraniani detenuti a Karbala. Il gioco sarà venduto a prezzi più bassi del solito per facilitarne la diffusione presso i più giovani.
Un gioco per computer intitolato "The Special Operation" è stato commercializzato in questi giorni a Teheran, Iran. Protagonisti del gioco due fisici nucleari, Saeid Kusha e la moglie Maryam, sono fatti ostaggio dalle truppe americane durante un viaggio a Karbala, in Iraq. Obiettivo del gioco è far sì che il responsabile della sicurezza iraniana liberi i due prigionieri e altri prigionieri iraniani detenuti a Karbala. Il gioco sarà venduto a prezzi più bassi del solito per facilitarne la diffusione presso i più giovani.
Un gioco per computer intitolato "The Special Operation" è stato commercializzato in questi giorni a Teheran, Iran. Protagonisti del gioco due fisici nucleari, Saeid Kusha e la moglie Maryam, sono fatti ostaggio dalle truppe americane durante un viaggio a Karbala, in Iraq. Obiettivo del gioco è far sì che il responsabile della sicurezza iraniana liberi i due prigionieri e altri prigionieri iraniani detenuti a Karbala. Il gioco sarà venduto a prezzi più bassi del solito per facilitarne la diffusione presso i più giovani.
Un gioco per computer intitolato "The Special Operation" è stato commercializzato in questi giorni a Teheran, Iran. Protagonisti del gioco due fisici nucleari, Saeid Kusha e la moglie Maryam, sono fatti ostaggio dalle truppe americane durante un viaggio a Karbala, in Iraq. Obiettivo del gioco è far sì che il responsabile della sicurezza iraniana liberi i due prigionieri e altri prigionieri iraniani detenuti a Karbala. Il gioco sarà venduto a prezzi più bassi del solito per facilitarne la diffusione presso i più giovani.
Un gioco per computer intitolato "The Special Operation" è stato commercializzato in questi giorni a Teheran, Iran. Protagonisti del gioco due fisici nucleari, Saeid Kusha e la moglie Maryam, sono fatti ostaggio dalle truppe americane durante un viaggio a Karbala, in Iraq. Obiettivo del gioco è far sì che il responsabile della sicurezza iraniana liberi i due prigionieri e altri prigionieri iraniani detenuti a Karbala. Il gioco sarà venduto a prezzi più bassi del solito per facilitarne la diffusione presso i più giovani.
Un gioco per computer intitolato "The Special Operation" è stato commercializzato in questi giorni a Teheran, Iran. Protagonisti del gioco due fisici nucleari, Saeid Kusha e la moglie Maryam, sono fatti ostaggio dalle truppe americane durante un viaggio a Karbala, in Iraq. Obiettivo del gioco è far sì che il responsabile della sicurezza iraniana liberi i due prigionieri e altri prigionieri iraniani detenuti a Karbala. Il gioco sarà venduto a prezzi più bassi del solito per facilitarne la diffusione presso i più giovani.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2018