Excite

Fist of the North Star

E' uno di quei miti che non moriranno mai. Kenshiro e la scuola di Hokuto con tutti suoi storici nemici e amici finalmente su console da fine marzo, anche se per adesso sarà un'esclusiva del mercato nipponico (infatti il sottotitolo è Shinpan no Sousousei Kengo Redden). Finalmente lo sguardo bieco di Ken, la calma di Toki, la chioma bionda  di Shin. Ma l'entusiasmo dura poco, fino a quando non scopro che il mio, potenzialmente, gioco preferito, è il frutto del team di programmatori di Guilty Gear X 2. Tante mazzate e poca tecnica (guarda la fotogallery).

Ma la grafica è ottima: i personaggi sono ottimamente disegnati, dettagliati ed in alta risoluzione, con degli sfondi bellissimi, ripresi dalle varie serie di Ken. Ma l'atmosfera non è quella che ti aspetti, o perlomeno non del tutto: insieme alle mosse tipiche (accompagnate dai quei goduriosi urletti!), sono presenti le palle di fuoco-energia, fate voi, importate da altre serie come Street Fighter. Questa mossa potrebbe rendere il gioco accessibile anche ad altri amanti dei picchiaduro di casa Capcom, ma lascia un pò di amaro in bocca ai puristi della Scuola di Hokuto. Altro piccolo neo: come per Guilty Gear (che coincidenza...), sarà possibile effettuare la mossa letale, che se portata a termine, chiude subito il combattimento. Ricordate cosa succedeva ai nemici colpiti da Ken o Rei? Corpi esplosi o tagliuzzati in maniera chirurgica vengono sostituiti da un timer e alla fine del countdown il nostro nemico cadrà a terra senza spargimento di sangue.

L'energia del gioco è eccezionale, con le musiche originali che "spingono" i combattimenti, ma l'atmosfera non è stata ricreata nel migliore dei modi, con una scelta delle combo che non sempre rispecchia l'originalità della saga, un vero peccato.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2018