Excite

Facebook acquista Oculos Rift: quali sono i piani dell'azienda?

È arrivata ieri sera, attraverso un posto dello stesso Mark Zuckerberg, la notizia dell'acquisizione degli Oculus Rift da parte della sua azienda, Facebook: pagati 2 miliardi di dollari, in molti oltre a chiedersi il perché di questa operazione, si domandano se qualcosa cambierà nell'uso di questo accessorio fin ora videoludico.

Il Social network ci ha ormai abituati alle annessioni più varie, tra le ultime quella di WhatsApp, ma questa volta la notizia ha lasciato un po' perplessi proprio per la natura, sin ora strettamente legata al mondo dei videgame, di questi super occhiali. La realtà, però, è annunciata dallo stesso Zuckerberg, sempre attraverso la sua bacheca: lui e il suo team credono proprio che nel futuro prossimo della tecnologia ci sia spazio per la realtà aumentata e, quindi, che questi Oculus Rift siano un'ottima base di partenza per permettere all'azienda di svilupparsi anche in questo settore.

Se siano davvero il futuro delle telecomunicazioni ancora non lo sappiamo, se verranno migliorati e non si utilizzeranno per semplici poke o per Farmville, neppure, ma sin ora le reazioni più comuni hanno anche espresso i timori di una possibile futura vendita brandizzata del prodotto che potrebbe, così, giustamente arrivare con tanto di loghi bianchi e blu e con la classica “F” di Facebook.

Il presidente di Sony, Shuhei Yoshida, invece, si è complimentato per l'accordo raggiunto, mentre i finanziatori KickStarter del progetto (che era partito nel 2012) sono rimasti un po' delusi dal non essere stati precedentemente informati dell'accordo. E c'è anche chi ha deciso di abbandonare gli Oculus Rift: si tratta del papà di Minecraft, Markus "Notch" Persson, che attraverso un tweet ha espresso il suo voler terminare tutte le trattative a riguardo.

Con un po' di curiosità non ci resta che aspettare e capire che cosa Facebook farà con gli Oculus Rift, se questi non saranno utilizzati solo per i videogiochi e tutti i suoi sviluppi futuri.

videogiochi.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017