Excite

E3: PlayStation 4 e le controversie del multiplayer a pagamento

Uno degli annunci più attesi e accolti con più calore di questo E3 2013 è stato, indubbiamente, quello di Sony che, oltre ad aver finalmente mostrato la sua nuova PlayStation 4 ne ha rivelato anche il prezzo (399 euro) e molte caratteristiche. Alcune di queste, però, stanno facendo discutere, come l’obbligo dell’abbonamento al Playstation Plus per giocare al multiplayer.

Un aspetto, questo, non ben evidenziato nel corso della conferenza vera e propria, ma che è diventato importante e sempre più discusso nelle ore e nei giorni successivi: eh sì, perché se da un lato sul palco tutti avevamo capito che, in sostanza, PlayStation 4 ci avrebbe offerto un’esperienza di gioco molto più libera rispetto a Xbox One, grazie ad aspetti come il supporto dell’usato o la non necessità di connettersi ogni 24 ore anche per il single player, dall’altro lo spettro di un abbonamento obbligatorio a pagamento è diventato sempre più reale.

A spiegare il perché di tale decisione, un’intervista di Jim Ryan che, in breve, ha detto essere stato necessario arrivare a tale decisione per mantenere il prezzo della console così basso: attingendo da altre entrate si è potuti così restare sulla cifra che, sin dall’inizio, Sony si era prefissata, i 399 euro, appunto.

L’abbonamento, però, avrà costi abbastanza ridotti e fornirà numerosi bonus: costerà 50 euro all’anno (o 15 euro al trimestre) e permetterà non solo di accedere al comparto multiplayer, ma offrirà anche dei vantaggi, come tutt’ora accade con questo servizio. Quindi spazio a temi, avatar e numerosi giochi che si potranno così scaricare gratuitamente sulla propria PlayStation 4: il primo di questi, è stato annunciato all’E3, sarà DriveClub. Gli abbonati al servizio su PS Vita o PlayStation 3 potranno, ovviamente, estendere il loro PS Plus anche sulla nuova console.

videogiochi.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017