Excite

Console Nintendo Wii: genealogia di un'idea vincente

Non è facile trovare idee veramente innovative nel campo dei videogiochi, idee chiamate in inglese "breakthrough", cioè, letteralmente, di sfondamento, qui intese come rivoluzionarie. Possiamo dire che la Nintendo, con la console Wii, ci è riuscita perfettamente. Vediamo quali sono state le ragioni che hanno portato a questo interessante e sorprendente risultato.

C'e' anche l'Italia nell'innovazione Wii

L'idea di base che sta dietro il progetto della console Wii è la seguente: i videogiochi sono attività prettamente statiche poiche' si sta seduti davanti allo schermo televisivo con in mano il joystick che si muove o si digita più o meno furiosamente attivando interruttori o potenziometri. Questi elementi generano segnali elettrici che, inviati tramite cavo o "wireless" verso la console, fanno interagire il giocatore con il videogioco.

Questa, hanno pensato in Wii, è una limitazione: perché non realizzare un sistema che consenta un approccio più dinamico al videogioco?

La possibilità tecnica di fare questo è scaturita dall'incontro dei dirigenti Nintendo con ingegneri di una ditta italo-francese di semiconduttori: la STMicroelectronics, che propose loro un microchip a basso costo in grado di rilevare il movimento, e in particolare, le accelerazioni alle quali è sottoposto.

Questo dispositivo è un accelerometro su tre assi che è stato progettato e sviluppato in Italia e attualmente è in produzione ad Agrate Brianza, in provincia di Milano.

Il basso costo, le ridottissime dimensioni e la precisione di funzionamento di questo dispositivo hanno consentito di introdurlo in un telecomando.

I dati di accelerazione provenienti dal movimento del telecomando sono poi inviati alla console che, tramite elaborati calcoli effettuati dal microprocessore, riconoscono il tipo di movimento.

A questo punto basta collegare il movimento del giocatore, che "brandisce" il telecomando, ad esempio, come se fosse una mazza da golf, con quello del personaggio del videogioco.

Il fatto di potersi "muovere" liberamente ha aperto nuovi orizzonti agli sviluppatori di software per la wii, ad esempio utilizzare la wii per esercizi ginnici, ed ecco nascere "Fitness Wii", che avvicina alla console Nintendo non solo i ragazzi ma anche adulti di entrambi i sessi.

La Wii U

La Wii, introdotta sul mercato nel 2006, comincia a sentire il peso dell'età'. Per rintuzzare gli attacchi della concorrenza, la Wii si affiderà a una nuova console chiamata "Wii U".

Presentata lo scorso anno, la nuova console è prevista nei negozi a partire da metà 2012. Sarà portatile, dotata di innumerevoli funzioni, in particolare di touch screen che potrà riprodurre le immagini del videogioco quando la TV passa a qualche altro utilizzatore. Lo stesso schermo potrà invece fungere da schermo secondario in giochi appositamente sviluppati per Dual Screen, e anche questo potrà aprire le porte a nuovi scenari di videogiochi.

Sarà possibile utilizzare la Wii U anche come "tablet PC". Insomma, questa nuova console si preannuncia un osso duro per i concorrenti, Sony e Microsoft in particolare.

videogiochi.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017