Excite

Binary Domain: l'alba dei robot

L'ideatore di Binary Domain è Toshihiro Nagoshi, autore della serie di videogiochi sviluppati dallo Yakuza Studio, team interno a SEGA.Il gioco, disponibile su Xbox 360 e Playstation 3, è un nuovo sorprendente shooter in terza persona in 3D, in cui il personaggio giocante è visibile sullo schermo con una visuale esterna a questo.Binary Domain non vuole essere una novità nel genere, ma cerca di mettere insieme una serie di idee vincenti con un comparto narrativo di alto livello.Vediamo come.

    youtube

I Figli del Nulla

Il tema principale che Toshihiro Nagoshi e il suo team hanno voluto affrontare in Binary Domain è l'interrogativo secondo il quale ci si chiede cosa accadrebbe se le macchine arrivassero un domani a pensare come gli uomini. Il gioco si svolge a Tokyo in un futuro piuttosto lontano. In seguito al surriscaldamento globale ed ai conseguenziali cambiamenti climatici, nel ventunesimo secolo le grandi metropoli del Pianeta si sono trovate a fronteggiare una catastrofica inondazione ristrutturando ogni agglomerato urbano e portandolo ad un'altezza irraggiungibile dalle acque. Il Mondo è costretto, visto gli innumerevoli morti, ad affidarsi ad una nuova classe operaia, quella robotica. La richiesta d'automi cresce in maniera esponenziale e la Bergen Corporation, produttore statunitense, diventa presto leader del mercato, schiacciando molti dei suoi concorrenti come la Amada Corporation. Quest'ultima riuscì, tramite Yuji Amada, a costruire i Figli del Nulla, macchine senzienti, esoscheletri rivestiti da tessuti umani, capaci di pensare come gli umani e di provare sensazioni umane e, soprattutto, totalmente inconsapevoli di essere macchine. I Figli del Nulla creano paura nelle popolazioni e ciò costringe i Governi a stipulare un nuovo Accordo di Ginevra, che ne vieta la costruzione. Quarant'anni dopo il patto, in seguito all'attacco di un Figlio del Nulla al quartier generale della Bergen, la minaccia di questa "nuova specie" costringe la Rust Crew a scendere in campo.Ecco allora che vestiremo i panni di Dan Marshall inviato a Tokyo insieme a Roy Boateng (Big Bo per gli amici) con lo scopo di catturare Yuji Amada vivo, intrufolandosi nel suo quartier generale. All'inizio del gioco la nostra squadra è composta soltanto da due elementi, ma con il proseguire dell'avventura se ne aggiungeranno altri fino ad arrivare a un totale di sei compagni, ognuno dotato di caratteristiche proprie: due ex agenti dell'MI-6, dell'aplomb britannica, una sexy tiratrice scelta cinese ed un robot-soldato francese.Nulla viene lasciato al caso, l'evolversi della trama porterà il giocatore ad assistere a situazioni davvero emozionanti.Importante sottolineare come le armi siano upgradabili tramite potenziamenti, e si possono ottenere in due maniere: sottraendole al nemico e acquistandole da appositi alloggi sparsi nelle ambientazioni di gioco col denaro che guadagneremo annientando i nemici.

Binary Domain: la versione Pc

Dallo scorso aprile Binary Domain è disponibile anche nella versione Pc. I requisiti di sistema necessari affinché, l'action della Sega, possa girare al massimo nel Pc, sono: - il sistema Operativo deve essere Microsoft Windows 7, Vista, XP;- grafica: NVIDIA GeForce GT220 (512MB), ATI Radeon HD 2600 XT (512MB);- il disco rigido deve avere uno spazio libero di almeno 8 GB;- il processore deve essere Intel Core 2 Duo @ 2.66 GHz o AMD.

videogiochi.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017