Excite

Assassin’s Creed 4: maggiori libertà, ma fino a che punto?

Tante sono le novità che andranno a caratterizzare il nuovo Assassin’s Creed 4 Black Flag: alcune già rivelate, altre in arrivo e, infine, molte che ci attendono, invece, solo il prossimo autunno, quando il gioco sarà sugli scaffali. Oggi torniamo a parlare del gameplay che, rispetto ai precedenti capitoli della saga, sarà più libero.

Che cosa intende Ubisoft con questa nuova accezione del gioco? Tutti gli eventi saranno slegati e si proseguirà nell’avventura in maniera differente a seconda delle nostre scelte, che a questo punto diventano più valutazioni morali? Assolutamente no. Gli eventi principali del gioco, infatti, sono già scritti e tutti noi, prima o poi dovremo viverli secondo la cronologia imposta dagli sviluppatori. Tra questi, ad esempio, troviamo la relazione di Edward, molto travagliata e ricca di scappatelle, con la seconda moglie (la madre di Haytham per capire meglio).

Oltre a questi eventi già pre configurati, però, avremo un’ampia libertà di muoverci in quello che sarà l’open world più vasto di tutta la saga (sembra ormai che le case di sviluppo si diano battaglia nel creare l’open world più grande), di scegliere molte missioni secondarie che andranno svolte a nostra discrezione oltre che indugiare più su di una particolare attività. Ad esempio, potremo scegliere, grazie al nostro cannocchiale, quali missioni marine intraprendere, se di attacco o di recupero, oppure quali prostitute ingaggiare per i nostri loschi piani.

Il gameplay di Assassin’s Creed 4 Black Flags, come ormai ben sappiamo, sarà diviso tra missioni in mare (circa il 40%) e sulla terraferma (le tradizionali della saga, al 60%): per provarle definitivamente non ci resta che attendere il prossimo 31 ottobre, quando il gioco arriverà sugli scaffali italiani.

videogiochi.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017